Newsletter

 

Contenuti aperti, beni comuni

La tecnologia per diffondere cultura

a cura di G. Concas, G. De Petra, G. B. Gallus,
G. Ginesu, M. Marchesi, F. Marzano

Dalla produzione del software aperto e libero alla produzione di contenuti aperti e liberi l'evoluzione non è lineare. Si passa da una dimensione a un'altra. Quando si parla di software si ragiona di informatica tra informatici. Quando si parla di contenuti si parla anche con musicisti, fotografi, scrittori, cartografi, editori.
Quando si parla di software si ragiona di affidabilità, qualità, metodi, strumenti. Quando si parla di contenuti si parla anche di diritto d'autore, di accesso, di distribuzione, di conservazione, di produzione sociale. In questo volume assistiamo allo spostamento dell'attenzione verso i diritti degli utilizzatori delle informazioni, e in particolare delle informazioni pubbliche, e dei diritti delle stesse amministrazioni pubbliche che vogliano rendere disponibile a tutti il patrimonio informativo del territorio che amministrano.
L'amministrazione pubblica può essere parte attiva nella ricerca di opere d'arte custodite nei musei e nelle chiese e nel promuoverne la rappresentazione digitale, spesso con modalità tecnologicamente evolute. Ma non solo. Invogliata dalle potenzialità del mezzo digitale può raccogliere testi, filmati, musica, fotografie che descrivono l'identità e la ricchezza culturale del territorio. Sia per chi utilizza quei contenuti per studiare e per conoscere,ma anche per quelli - e sono molti - che con quei contenuti lavorano nei settori più diversi, dal turismo, alla pubblicità, all'intrattenimento.

edito da Mc Graw-Hill nel 2009
prezzo di copertina: 22 euro
formato: cm 12x17 - pagine: 280
ISBN: 978-88-386-6552-3
rilasciato sotto licenza Creative Commons


SCARICA IL LIBRO IN PDF

 



Creative Commons License

"Contenuti aperti, beni comuni" is a book licensed under a
Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.

 

Responsabile del dominio e detentore dei diritti sul concept del sito è Simone Aliprandi. I contenuti sono rilasciati con varie licenze di libera distribuzione, indicate di volta in volta nei singoli file. | Except as otherwise provided, Copyleft-Italia.it Project's website is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 3.0 Italia License.

Creative Commons License