Newsletter

Licenze per banche dati

LICENZE PER BANCHE DATI

In Europa le banche dati sono soggette ad un tipo particolare di tutela giuridica, che sovrappone al tradizionale conceto di diritto d'autore anche quello di "diritto sui generis": un tipo di diritto appositamente creato per tutelare i database privi di carattere creativo ma costituiti con un rilevante investimento (per la raccolta, la validazione e l'organizzazione dei dati).

Per licenziare correttamente un database coperto da tale diritto è necessario utilizzare licenze che appunto contemplino nelle loro clausole anche tale diritto; in alternativa, si può fare la scelta più radicale (ma spesso più consigliabile) di rilasciare il database in un regime di pubblico dominio.

Per rilasciare un'opera in pubblico dominio, è possibile utilizzare uno strumento appositamente creato da Creative Commons e chiamato CC0 (CC Zero).

Di seguito riportiamo invece le principali licenze per database:

- la Open Database License (ODbL) del progetto Open Data Commons > disponibile qui solo in versione Inglese

- la Italian Open Data License (IODL) promossa dal Formez > disponibile qui

- la Licence to reproduce public sector information del governo britannico > disponibile qui

- la Licence Information Publique del governo francese > disponibile qui

 


Responsabile del dominio e detentore dei diritti sul concept del sito è Simone Aliprandi. I contenuti sono rilasciati con varie licenze di libera distribuzione, indicate di volta in volta nei singoli file. | Except as otherwise provided, Copyleft-Italia.it Project's website is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 3.0 Italia License.

Creative Commons License